Annunci

Oktoberfest racconto di viaggio!

L’idea di partire per l’Oktoberfest era nata molto tempo prima del viaggio stesso ci stuzzicava l’idea di passare un fine settimana diverso. Volevamo bere della birra alla spina diversa dalla solita e scoprire il sapore di marchi storici e originali.

La preparazione del viaggio.

Una breve ricerca su internet, ci ha dato la possibilità di trovare un buon viaggio ad un prezzo economico. Uno dei migliori sito web che ho trovato è www.oktoberfest.it, il quale ha risposte in abbondanza a curiosità e informazioni riguardanti la festa. Abbiamo scelto un viaggio in autobus con albergo già selezionato dall’agenzia, in modo da non avere pensieri di bere la birra senza la preoccupazione di alcohol test.
Club Magellano è l’Agenzia di viaggio che collegata con il sito di informazione suddetto. Ho avuto modo di interloquire con loro più volte durante l’organizzazione del viaggio: hanno personale cordiale e disponibile, sempre pronti a trovare una soluzione alle richieste del cliente. Tanto che è diventata la mia agenzia di viaggio di riferimento per i viaggi in autobus per l’Europa, perché offre partenze da tutte le regioni d’Italia.

Verso Monaco di Baviera.

La soluzione di viaggio scelta è stata quella con un pernottamento.
La partenza venerdi pomeriggio è stata dalla fermata richiesta, vicino alla città di abitazione. Molto comodo per evitare abbreviare i tempi di viaggio, piuttosto che recarsi al capoluogo di regione.
Per il viaggio in autobus dalla Toscana a Monaco di Baviera occorre attrezzarsi per passare il tempo, dato che la durata è di circa 10-12 ore e varia in base alla città di partenza. Basta munirsi di un buon libro e cuscino per la notte, infatti per ridurre al minimo i tempi, favorendo i lavoratori e ridurre i costi, il viaggio è notturno. Personalmente non mi sono annoiato, nonostante non avessi libri da leggere. L’assistente di viaggio e le persone che sono salite ad ogni fermata sono state divertenti e cordiali, ho avuto modo di conoscere delle persone che tutt’ora sono buoni amici.

La mattina all’Oktoberfest.

La mattina successiva ci siamo fermati al parcheggio degli autobus, abbiamo scritto un piccolo promemoria per ritrovarlo, in quanto il piazzale è grande e interamente dedicato agli autobus. Raggiungere la zona fiera non è immediato, ma basta seguire il viale principale, sulla quale è possibile soffermarsi per una buona colazione.

Entrati alla fiera abbiamo scattato delle foto e cercato l’ingresso di un capannone che poteva interessarci. Abbiamo assaggiato la birra con il famoso Brezel, qua in versione gigante e con birra proporzionata alla dimensione del tipico pane bavarese. L’atomosfera dal punto di vista climmatico è piacevole, anche se è bene portarsi qualche vestito in più il clima è più fresco rispetto a quello presente in Italia.

Nel Pomeriggio la visita guidata a Monaco di Baviera.

Nel pomeriggio abbiamo deciso di partecipare alla visita guidata di monaco, l’autobus ci ha portato per le vie della città mostrandoci i punti più interessanti da visitare con spiegazione della loro storia. Abbiamo avuto di effettuare una sosta nel centro di monaco e visitare un palazzo. L’ultima sosta è stata al Palazzo reale di monaco ma alla sua descrizione dedichero un successivo articolo.

La Sera alla fiera.


Tornati alla fiera le persone sono cordiali, si trovano molti turisti provenienti da varie parti del mondo, ma anche le persone del luogo lo sono. Per chi come me sa parlare inglese è possibile trovare talvolta delle persone a cui piace conversare, i tedeschi comunque preferiscono parlare per lo più con persone che conoscono la lingua.
Un episodio che mi piace raccontare è quello di aver avuto occasione di parlare con una giovane tedesca, fermatasi ad uno di quelle bancarelle che servono cibi caldi per conoscere qualche cibo tipico. Lei aveva appena ordinato un piatto che appariva come una cupola rotonda, si trattava di un piatto al formaggio di cui purtroppo non ricordo il nome.

Check in all’albergo e viaggio di ritorno.

Stanchi della festa, e non propensi a entreare in un capannone e fare l’ennesima fila, ci siamo avviati sulla strada del ritorno. È stato possibile soffermarsi ad un pub locale, dopodiché abbiamo proseguito all’autobus all’orario del ritrovo per recarci in albergo. Le camere dell’albergo erano piuttosto ampie e comode. La mattina dopo come da programma ci siamo preparati per il ritorno dopo la colazione in hotel. Il ritorno è stato un ottimo modo per conoscere altre persone del viaggio con le quali non era stato possibile interagire la sera prima. Le due ragazze presenti nell’ultima foto sono Lara Machado (influencer instagram) e Giselly Scarso (modella e Influencer Instagram), potete seguirle su Instagram e su Facebook.
Spero di avere modo di tornare presto alla festa. Chinque di voi è interessato puo mettersi in contatto con me per consigli o prenotazioni di viaggio oppure vedere i viaggi disponibili sul sito di Club Magellano.

Licenza Creative Commons
Lingua e Cultura Giapponese di Andrea Giovannelli è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://drewyoungson.com/collaborazioni/.

Aggiornato in data 18/10/2018 da Drew Youngson
Annunci

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: